Sfratti, “decreto banche azzera tutele per i proprietari che hanno la casa pignorata: niente preavviso e meno garanzie”

By | Maggio 13, 2016

AGGIORNAMENTO 12.02.2019

Approvato Il ddl semplificazioni che riscrive l’art. 560 c.p.c.


L’Associazione ufficiali giudiziari lancia l’allarme: il provvedimento ora in fase di conversione modifica il codice di procedura civile prevedendo che la liberazione dell’immobile di chi ha difficoltà a pagare il mutuo verrà attuata dal custode giudiziario. Che a differenza dell’ufficiale è un privato, “il cui interesse è vendere prima possibile per incassare la parcella”

Sfratti veloci, senza notifica di preavviso e senza alcuna tutela per i proprietari che hanno acquistato la casa con un mutuo e sono in difficoltà nel pagamento delle rate. Secondo l’Associazione ufficiali giudiziari sarà questo il risultato delle nuove “disposizioni in materia di espropriazione forzata” contenute nel decreto del 3 maggio sui rimborsi agli obbligazionisti subordinati e l’accelerazione del recupero crediti. Così, dopo il caso del provvedimento che spianava la strada agli espropri delle case da parte delle banche, scoppia una nuova polemica su un altro provvedimento del governo – ora in fase di conversione in legge – che stando al vicepresidente dell’associazione Andrea Mascioli “avrà un impatto devastante su chi ha subito ilpignoramento della casa, abolendo di un colpo le garanzie poste a tutela della procedura”……continua a leggere