News

14 Luglio 2019

Riforma della Giustizia: al via notifiche pec per tutti gli atti anche stragiudiziali

ministro-bonafede

14 July 2019

Presentato disegno di legge delega per la riforma della giustizia civile clicca qui per il testo integrale.

Per quanto riguarda gli Ufficiali giudiziari l’Articolo 8 si occupa della riforma in materia di notificazioni via pec divieto di notifica per l’Ufficiale Giudiziario.

ART. 8

Nell’esercizio della delega di cui all’articolo 1, il decreto o i decreti legislativi recanti modifiche
alla disciplina del procedimento notificatorio, sono adottati nel rispetto dei seguenti princìpi e criteri
direttivi:
a) prevedere, quando il destinatario della notificazione, è un soggetto per il quale la legge
prevede l’obbligo di munirsi di un indirizzo di posta elettronica certificata risultante da
pubblici elenchi, che la notificazione degli atti in materia civile, amministrativa e
stragiudiziale sia eseguita dall’avvocato esclusivamente a mezzo di posta elettronica
certificata, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione,
la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici;
b) prevedere che, quando la notificazione a mezzo posta elettronica certificata non sia possibile
o non abbia esito positivo per causa imputabile al destinatario, l’avvocato provveda alla
notificazione esclusivamente mediante inserimento, a spese del richiedente, nell’area web
riservata di cui all’articolo 359 del Codice della crisi e dell’insolvenza, di cui al decreto
legislativo 12 gennaio 2019, n. 14 e che la notificazione si abbia per eseguita nel decimo
giorno successivo a quello in cui è compiuto l’inserimento e che solo quando la notificazione
non sia possibile o non abbia esito positivo per cause non imputabili al destinatario, la
notificazione si esegua con le modalità ordinarie;
c) prevedere che, quando la notificazione deve essere eseguita a mezzo posta elettronica
certificata o mediante inserimento nell’area web riservata, sia vietato all’ufficiale giudiziario
eseguire, su richiesta di un avvocato, notificazioni di atti in materia civile, amministrativa e
stragiudiziale, salvo che l’avvocato richiedente dichiari che il destinatario della notificazione
non dispone di un indirizzo di posta elettronica certificata risultante da pubblici elenchi ovvero
che la notificazione a mezzo di posta elettronica certificata non è risultata possibile o non ha
avuto esito positivo per cause non imputabili al destinatario;
d) adottare misure di semplificazione del procedimento di notificazione nei casi in cui la stessa
è effettuata dall’ufficiale giudiziario, in particolare consentendo l’uso di strumenti informatici
e telematici e consentendo agli avvocati di attestare la conformità degli atti trasmessi con
modalità telematiche all’ufficiale giudiziario o dal medesimo ricevuti con le stesse modalità,
in analogia alla disciplina di cui agli articoli 3-bis, comma 2, della legge 21 gennaio 1994, n.9
53 e 16-bis, comma 9-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con
modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221.

Per le altre novità si rimanda all’articolo seguente:

Riforma della giustizia presentato lo schema dal Ministro Bonafede

 

Ultimi articoli

Uncategorized 12 Luglio 2022

Domande antiche per affrontare il futuro – contributo scritto al Congresso U.I.H.J. di Dubai 2021 – Orazio MELITA

Stimatissimo sig. Presidente, gentili colleghe, egregi colleghi[1], il tema portante di questo congresso è quanto mai di primaria importanza, non c’è alcun dubbio che l’umanità stia vivendo in questi anni una rivoluzione epocale ancor più profonda della rivoluzione industriale, in altre parole la casa, il nostro nuovo habitat, in cui siamo destinati a vivere sarà digitale ma proprio per questo prima ancora di domandarci quali tende mettere alle finestre di questa nuova casa dobbiamo interrogarci sul terreno su cui poggia per esser sicuri delle sue fondamenta.

Uncategorized 12 Luglio 2022

Lettera aperta in occasione dei referendum sulla giustizia

Caro elettore italiano, mi rivolgo a te, a tutti voi in questa tornata referendaria sulla “giustizia” sia che abbiate scelto di votare cinque “sì”, sia che abbiate preferito votare “no” oppure che abbiate esercitato il vostro diritto di non votare per alcuni o per tutti i quesiti referendari.

Uncategorized 8 Giugno 2022

IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI: COSA CAMBIA DAL 22 GIUGNO 2022?

IL PIGNORAMENTO PRESSO TERZI: COSA CAMBIA DAL 22 GIUGNO 2022? Il 24 dicembre 2021 è stata pubblicata in G.

torna all'inizio del contenuto