Circolari

19 Febbraio 2021

Nota Ministero della Giustizia sulla trascrizione del titolo stragiudiziale nell’atto di precetto

Non è possibile per l’Avvocato precettante richiedere all’Ufficiale Giudiziario soltanto la certificazione di conformità della trascrizione all’originale del titolo esecutivo stragiudiziale, ex art. 480 cpc al fine di provvedere successivamente in proprio alla notificazione del precetto ai sensi della legge 21 gennaio 1994, n. 53 e succ. modd. e integr. e ciò in ottemperanza alla normativa ordinamentale di cui al menzionato art. 111 DPR n° 1229/1959 in base alla quale la predetta attività di certificazione può essere svolta esclusivamente nell’ambito del procedimento notificatorio messo in atto dall’ufficiale giudiziario, e per la quale percepirà solo il diritto di certificazione di conformità ex art. 273 DPR n. 115/2002 nel caso di attestazione di esatta corrispondenza della trascrizione integrale del titolo esecutivo stragiudiziale all’originale del titolo stesso.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Circolari 19 Febbraio 2021

Nota Ministero della Giustizia sulla trascrizione del titolo stragiudiziale nell’atto di precetto

Non è possibile per l’Avvocato precettante richiedere all’Ufficiale Giudiziario soltanto la certificazione di conformità della trascrizione all’originale del titolo esecutivo stragiudiziale, ex art.

143 cpc irreperibilità 19 Febbraio 2021

Nullità della notifica ex art. 143 cpc

La decima sezione civile del Tribunale di Roma si è pronunciata dichiarando la nullità di una notifica eseguita ai sensi dell’art.

Processo civile telematico 22 Gennaio 2021

Pagamenti telematici per diritti di notifica e diritti di esecuzione pagoPa

In attuazione all’art 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e del D.

Uncategorized 12 Gennaio 2021

Ufficiali Giudiziari e accesso alle banche dati ex art. 492 bis c.p.c.

L’Agenzia delle Entrate nel mese di dicembre 2020 ha pubblicato una guida dal titolo “L’ accesso ai dati dell’ Agenzia delle entrate per Pubbliche Amministrazioni ed enti” nella quale vengono illustrati sinteticamente i servizi resi nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e degli enti, nel quadro delle azioni volte ad aumentare la fruizione da parte delle PA centrali e locali dei servizi di accesso ai dati dell’Agenzia, in linea con il principio “once only” (l’amministrazione non richiede al cittadino e all’impresa le informazioni e i dati di cui è già in possesso) con azioni coerenti che lo rendano finalmente effettivo, consentendo alle pubbliche amministrazioni di accedere agevolmente ai dati ai fini dell’acquisizione d’ufficio e dei controlli sulle autocertificazioni ovvero ai fini della velocizzazione della concessione dei benefici e dei relativi controlli e per tutte le altre finalità istituzionali.

torna all'inizio del contenuto