Ufficiali Giudiziari Protesto Telematico Assegni Bancari Circolare ABI

By | luglio 9, 2018

Protesto Telematico Assegni Bancari – Circolare ABI

Primi risultati degli incontri tra l’AUGE e l’ABI in merito alla problematica del protesto telematico degli assegni bancari.

L’ABI con circolare Serie Tecnica n. 12 – 4 luglio 2018 specifica che in merito al protesto telematico degli assegni bancari “le novità intervenute sul quadro regolamentare in materia di presentazione al pagamento degli assegni in forma elettronica non hanno modificato le norme relative ai pubblici ufficiali abilitati alla levata del protesto con la conseguenza che, anche per gli assegni presentati in forma elettronica, il protesto può essere levato come previsto dalla L. 12 giugno 1973, n. 349, dal notaio, dall’Ufficiale Giudiziario e dall’Aiutante Ufficiale Giudiziario nonché, nei limiti indicati dall’articolo 60 del regio decreto 21 dicembre 1933 n. 1736, dal segretario comunale.”

La circolare prosegue specificando che “Rimane intesto che per gli assegni presentati in forma elettronica il protesto può essere effettuato esclusivamente in via telematica secondo le regole definite nel regolamento 22 marzo 2016 della Banca d’Italia, secondo quanto stabilito dall’art. 4, comma 1, del D.M. 3 ottobre 2014, n. 205.

Sebbene gli Ufficiali Giudiziari e i segretari comunali non abbiano sviluppato soluzioni ad hoc per il protesto elettronico, gli intermediari possono comunque rivolgere a tali pubblici ufficiali la richiesta di levata del protesto, che dovrà avvenire nel rispetto dei requisiti tecnici previsti dal menzionato Regolamento della Banca d’Italia e nel rispetto degli accordi bilaterali tra intermediario/stabilimento trattario e pubblico ufficiale.

È in corso di valutazione la possibilità di definire, di raccordo con tali categorie di pubblici ufficiali, eventuali linee guida operative per il protesto in via telematica.”

Lascia un commento